Leer 2019/20 · Inaugurazione


Fotografia e Pittura

John e Jürgens · Da pari a pari
Leer · Castello Evenburg, Germania

Am Schloßpark 25 · 26789 Leer · Frisia Orientale, Germania


26.10.2019 – 10.01.2020


Trailer e esposizione-video

2019

Da Chanson a Opera

2019

Visita guidata alla mostra

2019

John e Jürgens · Da pari a pari

2019

Fotografie di Manfred W. Jürgens

2019



Discorso di apertura

Manfred W. Jürgens · 25.10.2019


Grazie, signor Corte Groote per il benvenuto.

Moin!

Cari ospiti, signore e signori, cari ritratti, cari figli, buona serata Peppina!

Ti chiedi chi sia Peppina. Peppina è la cagna di Katharina John e Ulrich Tukur. Mi ha già fatto sedere all'età di otto settimane modella. Peppina è disponibile anche in olio. In cima a questo bellissimo castello ci rivedremo più tardi.

Per favore, sistemati con me adesso. Katharina John e mia moglie mi hanno condannato a moderare qui e ora l'introduzione a questa mostra. Certamente sono una misura di austerità. Per favore, comprendi il comportamento di queste donne. Volevo provare uno storico dell'arte, ma le ragazze hanno scelto pittori indifesi per me.

Prima di dimenticarlo: all'inizio vorrei ringraziarvi per la collaborazione assolutamente semplice con il team Evenburger Spiriti del Castello nella preparazione di questa mostra. Grazie signora Zimmermann! Un fantasma del castello era così gentile e guidava le immagini dall'Estremo Oriente a Leer. Lübbers ha prelevato Helmut Schmidt in camion da Brema.

I migliori portabiti nell'universo della Frisia orientale non sono solo giardinieri e bidelli. I suoi nomi d'arte sono Michael Haseborg, Joachim Köster ed Ewald Zimmermann.

I miei ringraziamenti vanno anche ai finanziatori dei ritratti, questi sono la Casa della cittadinanza di Brema e il paesaggio della Frisia orientale ad Aurich. Raramente era così semplice. Ne siamo molto contenti!

Benvenuti al castello di Evenburg nella bellissima Leer.

Sono uno di quei solitari che stanno solitari per mesi al cavalletto e dipingono il loro mondo. Quando sono fuori, mi sembra un po 'disturbato. Mi scuso per quello. È la distrazione del dubbio.

Quando ho saputo che questa apertura della mostra si svolgerà fuori a metà ottobre, ho subito pensato a 100 Frisone Orientale da bere e resistenti alle intemperie in visone giallo felici con un bicchiere di grog in mano. Sul palco, gli attori leggermente vestiti sono completamente delusi e congelati con cappelli di pelliccia siberiana presi in prestito in fretta. Ai suoi occhi puoi vedere la fine. Domani la fine dell'ora legale. Ma oggi è ancora estate!

Ti piace la fotografia? Ti piace dipingere? Allora lasciati sorprendere! La sorpresa è di 3 metri sul livello del mare. Per noi tedeschi del nord qui iniziano le alte montagne.

Su Internet leggiamo lo slogan sulla pagina vuota: facciamo cultura! Oh, abbiamo pensato di poterci unire!

Come è nata questa mostra? Siamo stati fortunati All'allora direttore della Kunsthalle di Emden, Frank Schmidt, fu chiesto prima che la signora Modersohn-Becker lo attirasse a Brema, se conosceva qualcuno in grado di ritrarre in modo pittoresco i migliori Frisone Orientale. Questo Jürgens, che attualmente vive a Brema, ha mai dipinto un Helmut, che una volta era re di Germania. Lo fa.

È così che è iniziato. Ad Aurich, nel paesaggio della Frisia orientale, è così: se il capo del Frisone Orientale, chiamato anche Presidente, quindi se ha fatto abbastanza, sarà ritratto per la galleria ancestrale e lo manderà immediatamente dopo aver asciugato la foto felice casa nel meritato pensione.

Questo è quello che è successo a Helmut Collmann. Mentre il capo Helmut è alienato da questo riposo, organizza di nuovo segretamente. È sotto copertura all'età di 80 anni e continua a partecipare a concerti e mostre, ad es. a Clemenswerth o Evenburg, combina e gestisce segretamente. Quindi è successo che il signor Collmann desiderasse che Katharina John ed io abbiamo esposto qui insieme oggi. La sua Sqaw Elise ci ha attirato nella sua tenda con delizioso tè della Frisia orientale e nuvoletta.

Non abbiamo resistito. È un'ottima idea Grazie Helmut. E molte grazie alla signora Zimmermann, che ha accettato questa idea e l'ha implementata in modo così professionale con il suo team. Forse questa mostra è il preludio di un tour pluriennale!

Dove si conoscono John e Jürgens? Facciamo qualche passo indietro. Più di 20 anni fa ho visto per la prima volta Ulrich Tukur in un talk show e ho pensato che sarebbe stato interessante avere un bicchiere di vino con lui. Come DJ anziano, nel 50 ° anniversario di matrimonio dei miei suoceri, ho lanciato con successo una notte di successi da sette decenni nella Bassa Sassonia per una notte. Come ringraziamento mia moglie mi ha dato un concerto con Ulrich Tukur con i Rhythm Boys a Worpswede nel MusicHall. Lì ci siamo incontrati per la prima volta, ha detto Ulrich. Bene. Se non può essere prevenuto! Sì, avrebbe ottenuto un lavoro di pittura.

E improvvisamente mi trovavo di fronte alla porta del suo appartamento a Venezia. Questo ha aperto una giovane donna affascinante e ho pensato ad alta voce: Mamma Mia! Perché voglio dipingere questo attore? Quindi Ulrich si avvicinò alle sue spalle con le parole: Mi scusi? Quindici minuti dopo, mi vide nella sua camera da letto. Che cosa stai facendo sul bordo del mio letto, chiese turbato. E ho risposto con uno sguardo ingenuo: Uli! Guardate! Le meravigliose fotografie di tua moglie! Sento di essere amico di Katharina John da quel giorno.

Puoi leggere una versione leggermente diversa di questa storia dalla prospettiva di Ulrich Tukur nella prefazione del nostro libro illustrato. Questo libro illustrato è pubblicato esclusivamente per questa mostra in questo momento stasera. Lunedì va in libreria. I nostri amici Emmely e Rüdiger di callidus Verlag a Wismar sono riusciti a presentare esattamente il punto, pronti a stampare copie per questa sera. Katharina e io siamo molto contenti della qualità del libro illustrato. Grazie!

Perché all'altezza degli occhi? Da un lato, è l'amicizia che ci unisce a livello degli occhi. È come una stretta di mano che ci fa guardare negli occhi e vuole dire che siamo gli stessi. E questo livello degli occhi dice che vorremmo incontrare, aiutare e integrare il nostro lavoro senza problemi.

La fotografia e la pittura sono su un piano di parità, si vedono come discipline uguali alla ricerca dell'essenza del nostro essere, sono immagini speculari delle nostre anime.

All'inizio del XIX secolo, la fotografia rappresentava una minaccia per i pittori. Nessuno poteva immaginarsi così velocemente come lei. Uno ha evocato la fine del dipinto. Ma probabilmente è stato fatto poco dopo le prime pitture rupestri dei Neanderthal. Il dipinto è morto. Viva il dipinto. Lo stesso vale per la fotografia. Oggi impariamo gli uni dagli altri a livello degli occhi.

Rembrandt disse di recente, intorno al 1650: se voglio arricchire la mia mente, mi sforzo non per l'onore, ma per la libertà! Abbiamo sviluppato questa libertà percepita negli ultimi decenni. Perché l'apprendimento è un piacere ed è eccitante. Puoi imparare ad imparare.

Le fotografie sono diventate inflazionistiche a causa della spazzatura della popolazione sugli smartphone. Che strano sovraccarico sensoriale. Oggi, ogni nonna nel ristorante fotografa il piatto colmo prima del primo morso e invia questa foto al più tardi entro il secondo successivo di sua figlia. Perché solo? Non riesco a immaginare che la figlia sia interessata. Oppure è assuefatta alla stessa follia e deve postare immediatamente l'ultima eco-succhia della nonna del nipote e del mondo.

La vera fotografia è qualcos'altro. Nella nostra mostra sperimenterai le fotografie analogiche di Katharina John, che, lungi dall'essere frenetiche, non consentono una revisione di ciò che è appena accaduto, fino al suo sviluppo, che è un mistero, e anche in seguito difficilmente consentono alcuna manipolazione.

Ciò che collega Katharina John e me è la curiosità. Questa dannata curiosità sulla sostanza della vita. Dobbiamo confessare che in realtà siamo interessati alle persone. La vista nell'abisso è altrettanto interessante quanto l'esaltante fortuna edificante. Bruttezza e bellezza vanno di pari passo e hanno anche tratti correlati.

Ci vuole un po 'prima che una persona si renda conto che la ricerca convulsa non è così importante. Resta sveglio! Sii in movimento e impara a vedere giocosamente. Bere vino rosso, ascoltare gli altri e trarne storie. Chi smette di cercare, trova, trova vita, vita pura. E quello che Katharina e io abbiamo trovato, vorremmo presentare in questa mostra, su un piano di parità con voi.

Come sapete, gli occhi sono le finestre delle nostre anime. Non vivrai una mostra di successo qui! Non è molto in termini di massa, ma vale la pena vedere la vicinanza ad altre anime in questa mostra. Almeno lo speriamo.

Infine, consentitemi tre citazioni da grandi menti, in modo che qui non sia troppo superficiale.
Winston Churchill: Il trucco è alzarsi ancora di più che essere rovesciato.
Albrecht Dürer: La nostra stupida mente umana non è in ritardo per catturare la cosa di tutti i mondi. Ecco come mi sento.
Salvador Dali: le modelle dovrebbero cercare di assomigliare al ritratto.

No, la mostra non è ancora aperta!

L'invito alla mostra contiene due parole meravigliose: sorprese musicali. Tutti gli interpreti di oggi sono stati rappresentati fotograficamente o pittoricamente.

Sento i primi interpreti di questa sera quando dipingono più spesso dei Rolling Stones. È una giovane band di giovani in cammino verso le classifiche. Il batterista può essere scusato professionalmente.

Cari ospiti, signore e signori! Sperimentiamo la boy band esotica nell'universo! Proviamo ora a sperimentare Ulrich Rhythm and the Tukur Boys!






John e Jürgens · Da pari a pari · 25.10.2019

Sorprese musicali

I nostri ringraziamenti vanno a Natascha Petrinsky, Ruth Rupp, Ulrich Tukur & The Rhythm Boys, Schloss Evenburg



Trailer e esposizione-video

2019

Da Chanson a Opera

2019

Visita guidata alla mostra

2019

John e Jürgens · Da pari a pari

2019

Fotografie di Manfred W. Jürgens

2019


callidus. Verlag Wismar callidus. Verlag Wismar

callidus. Verlag Wismar callidus. Verlag Wismar

Montage © MWJ / Stender